PROGETTI LIVE

CONCERTO DI CANTI E MUSICHE SUFI

Il concerto di Tito Rinesi con l’Ensemble Dargah, si sviluppa attraverso un percorso di musiche e canti, sui testi dei più conosciuti santi e poeti del sufismo. La presentazione di questi canti in lingua turca deriva dai due CD pubblicati da Tito Rinesi nel 2020 (Dargah) e nel 2021 (Rameshgar)

La parola “Rameshgar” si può tradurre con “produttore di gioia”, ed è l’appellativo che si dava ai musicisti nel Medio Oriente pre-islamico (VI° - VII° secolo). In quel periodo, i musicisti erano tenuti in grande considerazione, perchè possedevano il dono del “tarab” (da questa stessa radice proviene anche la parola terapia), ossia la capacità di provare l’emozione dell’estasi e di comunicarla agli ascoltatori, facendo così da ponte tra il cielo e la terra.

 “Dargah” è una parola turca di origine persiana, che identifica il luogo dove è sepolto un santo sufi e, in senso lato, significa la soglia, il punto di passaggio tra i due mondi.

La ricerca di questa possibilità di apertura verso l'alto per mezzo della musica, ha portato il nostro Ensemble ad esplorare un repertorio vastissimo, i cui testi, scritti da grandi mistici e poeti tra il 1200 e il 1800 rimangono come un'eredità e una testimonianza di incomparabile bellezza per tutta l'umanità. Nell’approfondire questa tradizione, abbiamo scoperto e apprezzato come i sufi possano rimanere sempre perfettamente rispettosi verso la legge e la comunità islamica, e allo stesso tempo essere aperti a tutte le altre religioni; come possano praticare l’uguaglianza fra uomo e donna, e promuovere la non violenza e la pace tra i popoli. Fin dagli albori dell’Islam, essi hanno usato la musica e la danza come mezzi per giungere più facilmente a Dio; come i famosi dervisci rotanti, i Mevlevi, di cui Jalaluddin Rumi detto Mevlana è stato il maestro. Grazie a lui, e ad altri santi e mistici come Yunus Emre, Nesimi e Ismail Dede Efendi, anche la poesia diventa un cammino per innalzarsi a Dio.

Il concerto può essere presentato in duo:
Tito Rinesi: vocals, frame drum, saz
Piero Grassini: turkish oud, persian oud

o in quartetto, con l’aggiunta di:
Fabio Resta: ney flute
Flavio Spotti: daf, bendir, dayereh, mizhar, tar, riq      

"Molte strade portano a Dio.
Io ho scelto quella della danza e della musica"                          
(Rumi)

A questo link su Soundcloud (privato) si possono ascoltare 4 brani in alta risoluzione presi dai nostri CD